2019
Giovanni Gottardi

Inseguimento

[Voti: 2    Media Voto: 3/5]

“Possiamo chiudere col passato, ma il passato non chiude con noi.”
Ho scelto questa frase perché rispecchia molto il mio modo di essere, perché nonostante io cerchi di ignorare alcune parti del mio passato, mi rendo conto che mi continuano a seguire e non smetteranno mai di farlo.
Il passato è una serie di avvenimenti già trascorsi, se belli da ricordare, se brutti da dimenticare…se ci si riesce. Ogni persona ha un passato diverso, un percorso unico, il quale è composto da tutte le vicende vissute, situazioni e fatti che insieme formano il nostro “bagaglio di esperienze”, le quali incidono sui nostri comportamenti. Immagino il passato come una medaglia, con due facce, quella buona e quella cattiva. Quella buona rappresenta tutti gli insegnamenti che una persona può trarre dalle esperienze passate, la nascita di amicizie importanti ecc.; quella cattiva invece rappresenta le cicatrici incurabili, come delusioni sentimentali, la perdita di amici, la perdita di un familiare ecc. Spesso le persone tendono a nascondere la parte “cattiva” del loro passato. Penso di aver ricevuto un buon insegnamento dal mio passato, ho vissuto molte situazioni che mi hanno fatto capire come comportarmi al meglio in ogni momento, ho fatto anche degli sbagli che comunque mi hanno fatto crescere personalmente, una cosa è certa, le esperienze dirette sono le migliori per imparare una cosa. Per me un saggio è un uomo che ha fatto tante esperienze, perché queste sono il miglior insegnamento che la vita possa dare a un uomo. Considero diversi tipi di passato, quello personale e quello generale. Quello personale comprende tutte le situazioni, gli episodi vissuti da una persona; il passato generale comprende tutti gli avvenimenti passati accaduti a più persone e che hanno cambiato la storia, come le guerre mondiali, le rivoluzioni industriali, le invenzioni importanti come quella della ruota, della stampa e molti altri eventi. C’è una grande differenza fra questi due tipi di passato, il passato personale influenza solo la persona che l’ha vissuto; mentre il passato generale influenza una cerchia più ampia di persone, una comunità, un’etnia; anche se queste persone non hanno vissuto direttamente gli eventi che comprendono questo passato. L’uomo è sempre alla ricerca del futuro, nella mia opera ho rappresentato il futuro con le cose che vorrei che ci fossero durante la mia vita. Il futuro ti può dare tante opportunità, nuove conoscenze e molto altro, ma dipenderà sempre dal passato; ricorda però che il passato non ha nulla di nuovo da darti.
L’opera che ho creato rappresenta un uomo che scappa dal passato, ma il passato lo insegue e non smetterà mai di farlo. Nonostante questo, l’uomo continua a fuggire invano e insegue il futuro. Le mani che inseguono l’uomo rappresentano la parte brutta del passato, come delusioni, perdite di persone importanti e molto altro, la parte buona del passato invece è dentro l’uomo e non si vede. L’uomo rappresenta una persona qualunque, la quale scappa e guarda verso quello che potrebbe essere il suo futuro. Ho scelto di rappresentare il futuro con quattro cose del quale ho la certezza di volere in futuro: la famiglia, la musica, dei momenti al lago e in montagna e l’informatica. Per me la famiglia è sempre stata al primo posto e ci rimarrà per sempre, perché è la cosa più importante, mi ha dato la vita, mi ha cresciuto penso nel miglior modo in cui potessi crescere e mi ha permesso di diventare una persona per bene grazie agli insegnamenti che mi ha donato. La musica è la mia più grande passione e sono certo che non mi abbandonerà mai, spero in futuro di trasformarla in una professione che mi permetta di vivere. La montagna e il lago li ho scelti perché sono i miei luoghi preferiti e nel quale sono cresciuto a parte la città, il lago in estate mi ha permesso di conoscere nuove persone di altri paesi come Germania e Olanda e di imparare nuove lingue, la montagna in inverno mi permette di praticare il mio sport preferito, lo sci. Infine ho scelto l’informatica perché mi piace, penso che sia una materia molto interessante che mi possa aiutare anche nel mio futuro percorso lavorativo.