2018
Niccolò Biolcati

Il murale di murales

[Voti: 1    Media Voto: 1/5]

Già da piccolo, quando vedevo questi disegni e queste scritte molto dettagliate sopra le mura di alcuni palazzi, mi chiedevo come l’ uomo riuscisse a raffigurare, mediante vari stili e colori, i pensieri, le sensazioni e le convinzioni che lo caratterizzavano.

Quando giro per l’ Italia e vedo questi imponenti disegni, a volte sulle case, altre sui vagoni, penso che chiunque li abbia prodotti aveva un messaggio da lasciare, a coloro che sarebbero passati da quel posto.
Parte della mia generazione è attratta da questa particolare forma d’ arte, che a volte può prendere forma in un particolare stile di vita, il Writing.
Il Writing, quarta disciplina del mondo dell’ Hip Hop(oltre allo skateboarding, alla break dance, e al rap), comprende una miriade di stili e di metodi, ma fondamentalmente si dirama in due grandi settori: quello dei Murales, e quello dei Graffiti.
Sostanzialmente la differenza sta nel modo di rappresentare l’ obbiettivo scelto dal Writer, ossia l’ autore dell’ opera: I murales sono dei dipinti effettuati sulle pareti, sui soffitti o comunque su una superficie in muratura.
Mentre i Graffiti prevedono come base la raffigurazione e lo studio di lettere che poi si sviluppano ingrandendosi e presentandosi in diversificate calligrafie.
L’ argomento trattato dal mio documento è basato sui Murales, perciò andremo ad analizzare meglio il primo settore, anche se, siccome sono affezionato anche al secondo ramo, ho voluto aggiungere due pezzi di Graffiti all’ interno del mio progetto.
I murales per me sono simbolo di libertà e di protesta allo stesso tempo, possono diventare una passione, e, come in ogni sport, maggiore è l’ allenamento maggiori sono le skills(le abilità) per diventare un grande artista.
In questo progetto andremo a vedere come è possibile strutturare un murales digitalmente, dividendolo in vari riquadri, e ricreando una sorta di collage con qualche ritocco.
Ma quando sono nati i Murales?? I Murales sono nati da movimenti di protesta in Messico come libere espressioni creative della popolazione contro il potere, e nel tempo hanno sempre più assunto valore estetico, ma conservando talvolta anche un valore sociale.
Al giorno d’ oggi sono spesso commissionati da enti pubblici ed evidenziano l’identità del luogo, divenendo anche un richiamo di turismo culturale.
Tanti writers(autori delle opere) vengono pagati per dipingere col proprio stile le mura di centri sociali, palazzoni, o edifici per renderli più decorosi, e per trasmettere delle sensazioni alla gente che avrà la possibilità di guardarli.
Quanto al mio progetto, ho voluto realizzare una sorta di composizione di riquadri, contenenti dei Murales, cercando di essere geometricamente parlando il più dettagliato possibile.
Lo sfondo della mia struttura è formato da un Murale rappresentante una salamandra, un animale a mio parere molto particolare, al quale nella mitologia viene attribuito il potere di attraversare le fiamme uscendone illeso.
Per questo ho voluto mettere al centro di tutti i riquadri una fiamma, la quale “scalda” da sotto la salamandra e ravviva l’ intero riquadro.
Inoltre, ho inserito tre murales riguardanti tre figure che compongono la vita di un uomo: la donna, due bambini, e il writer, che interpreta l’ uomo, in quanto il mondo maschile è ben più preparato sull’ argomento, rispetto a quello femminile (anche se ho avuto modo di conoscere varie ragazze ispirate da questo mondo).
Come sesta figura invece ho scelto un rapace, il quale indica la libertà, caratteristica che spesso attraversa il significato dei dipinti, e che accende negli stessi writers quella voglia di vivere irrefrenabile che al giorno d’ oggi viene a mancare in tanti ragazzi.
Come ultima, invece, ho scelto di raffigurare la curiosità che domina nella persona che si è fermata a guardare l’ opera.
Come si può notare, l’ affresco è molto dettagliato, e di conseguenza l’ autore ci ha investito parecchio tempo per realizzarlo.
Spesso l’ occhio umano, non si ferma solo a guardare in generale la bellezza del disegno, bensì viene attratto da questi piccoli particolari che lo rendono estremamente particolare.
L’ impegno e la passione che l’ uomo può mettere in qualsiasi cosa, e ripeto, in QUALSIASI cosa, può generare un risultato che molte volte viene sottovalutato, ma che di per sé diviene un qualcosa di unico.